Le migliori ricette indiane
tandoori da provare


La cucina indiana è fatta di mille sfumature, colori, sapori e tradizioni ma c’è un tipo di cottura diffusa in tutto il paese: le ricette indiane tandoori rappresentano al meglio le antiche e più autentiche tradizioni culinarie dell’India. Chi di noi non ha mai assaggiato il delizioso pollo tandoori? Eppure, in pochi sanno che il tandoor è una tipologia di forno molto particolare le cui origini risalgono a secoli fa e che ci permette di gustare tanti prelibati piatti tipici indiani. In questo articolo scopriamo tutto quello che c’è da sapere sulla cucina tandoori: come nasce, quali sono le migliori ricette e dove gustarle a Firenze.

 

Che cos’è il forno tandoor e come nasce

Il forno tandoor è un antichissimo forno in argilla a forma di campana rovesciata o a forma di cilindro, talvolta interrato, con un’apertura sul fondo che consente all’aria necessaria alla combustione di circolare. Utilizzato non solo in India ma in quasi tutto il Medio Oriente e nell’Asia Meridionale, da molti secoli viene utilizzato nella cucina indiana.

Tradizionalmente, il calore veniva generato da carbone o legno che bruciavano alla base del forno: il cibo posto all’interno, in questo modo, è sia esposto al calore della fiamma viva sia all’aria calda sia, eventualmente, al fumo se si desidera affumicare. Dopo una prima fase di riscaldamento, che arriva intorno ai 480°, si inseriscono gli alimenti nel forno tandoor, che generalmente vengono cotti brevemente. Per mantenere sempre la giusta temperatura all’interno, il forno viene tenuto acceso per lungo tempo. 

La storia del forno tandoor

Tandoor è un’antichissima parola di origini semitiche o iraniane e la prima apparizione di questo tipico forno si fa risalire al III millennio a.C. quando, tra India e Pakistan, venne rinvenuta una sorta di giara di terracotta aperta sul fondo per ospitare le braci di cottura. In origine, nel forno tandoor venivano spalmati sulle pareti impasti di acqua e farina per trasformarli nei tipici pani non lievitati. Intorno al XVIII secolo si cominciarono a realizzare tante deliziose ricette indiane tandoori.

 

Le migliori ricette indiane tandoori

Oggi non c’è ristorante indiano che non abbia nella sua cucina un forno tandoor: moltissime ricette della cucina indiana, infatti, richiedono questo tipo di cottura. Piatti tipici indiani a base di carne, verdure ma anche molti tipi di pani vengono cotti con questo tipo di forno. Quando si parla di tandoori masala, invece, ci si riferisce al mix di spezie usato tipicamente per aromatizzare le carni prima di cuocerle nel forno: di solito comprende peperoncino, cardamomo, cumino, coriandolo, zenzero e altre spezie. Visto che si tratta di una cottura a secco, la marinatura è fondamentale per ammorbidire i cibi e lasciarli umidi e succosi all’interno.

Il pollo tandoori è probabilmente una delle ricette indiane più famose e amate nel mondo: si tratta di cosce e sovraccosce lasciate a marinare nel mix di spezie e yogurt e poi cotte nel forno. Sempre a base di pollo, c’è il elachi murg tikka, bocconcini cucinati con dei lunghi spiedini. All’interno del forno tandoor vengono cotti anche pesce, gamberoni, formaggio, montone e tante altri deliziosi piatti tipici indiani.

 

Cucinare nel forno tandoor richiede tecnica ed esperienza per ottenere cibi morbidi, gustosi e saporiti.

Ad Haveli, ristorante indiano a Firenze, abbiamo dedicato un’intera sezione del nostro menu alle ricette indiane tandoori: utilizziamo il nostro forno per cucinare ogni genere di pietanza, dalla focaccia indiana al tradizionale pollo tandoori.

Venite ad assaggiare le nostre specialità tandoori.

Prenota un tavolo

potrebbero interessarti anche…


This site is registered on wpml.org as a development site.