holi, la festa dei colori

Scopriamo insieme la più colorata delle feste

 

 

 

Dopo aver scoperto tutti i segreti di Diwali, ecco Holi, conosciuta anche come la festa dei colori, che è una delle festività più vivaci e gioiose dell’India. Questa celebrazione è caratterizzata da una pioggia di polveri colorate, balli, canti e un’atmosfera di sfrenato divertimento. Vediamo insieme la storia di Holi, dei suoi colori e dei cibi tradizionali associati a questa festa.

La storia di Holi

Holi ha radici antiche e diverse leggende sono associate a questa ricorrenza. Ecco alcune delle storie più significative:

  • Il trionfo del bene sul male. Secondo la mitologia indù, un re demone di nome Hiranyakashipu cercò di soppiantare la divinità Vishnu e diventare il Signore del Paradiso, della Terra e degli Inferi. Tuttavia, suo figlio Prahlad, un fervente devoto di Vishnu, si oppose al decreto paterno. Dopo vari tentativi falliti di eliminare il figlio, Hiranyakashipu chiese aiuto alla sorella Holika. Insieme approntarono una pira ardente per mandare Prahlad al rogo. Ma la fede sincera di Prahlad lo salvò dal fuoco, mentre Holika fu ridotta in cenere. Ogni anno, durante la notte di luna piena, si festeggia il trionfo di Prahlad e la disfatta di Holika bruciando la sua effigie in un enorme falò.
  • L’amore eterno di Krishna e Radha. Holi celebra anche l’amore eterno tra Krishna, l’incarnazione del dio Vishnu, e Radha, una delle belle pastorelle che Krishna amava tormentare. La leggenda narra che Krishna rubava il latte e lo yogurt alle pastorelle, rincorrendole e spruzzandole con acqua colorata. Questo gioco d’amore tra Krishna e Radha è parte integrante delle celebrazioni.

La festa dei colori

I colori tradizionali qui sono profondamente simbolici e rappresentano diversi concetti:

  • Rosso. Simboleggia l’amore e la passione.
  • Blu. Rappresenta la devozione.
  • Verde. È associato alla vitalità e alla nuova vita.
  • Giallo. Simboleggia la conoscenza e l’intelletto.

Durante la Holi, le persone si riversano nelle strade, diventando un vero e proprio arcobaleno vivente e si cospargono a vicenda con queste polveri colorate, creando un’incredibile atmosfera di gioia e festa. È un momento per abbandonare ogni dolore e afflizione e abbracciare la vita in tutta la sua bellezza.

Non solo colori!

Durante la festa dei colori le famiglie indiane preparano e condividono cibi deliziosi. Ecco alcuni piatti tradizionali associati ad Hali:

  • Thandai. Una delle bevande classiche consumate durante la Holi è il thandai. Si tratta di un latte cremoso aromatizzato con spezie e frutta secca. Spesso contiene erbe che possono farti sentire un po’ ebbro. È una bevanda rinfrescante da gustare dopo le festeggiamenti con gli altri.
  • Gujia o Ghughra. I gujia o ghughra sono involtini dolci che puoi gustare durante la festa. Sono ripieni di una miscela di noci, cocco e zucchero. Sono fritti fino a diventare dorati e croccanti e spesso vengono scambiati tra amici e parenti durante la Holi.

Holi nelle diverse parti dell’India

Le celebrazioni variano leggermente a seconda delle diverse parti dell’India, ma alcuni elementi comuni si riscontrano in tutto il paese. Ecco come si svolge la Holi in diverse regioni:

  • Mathura e Vrindavan (Uttar Pradesh). Queste due città sono particolarmente famose per le celebrazioni della Holi. Qui, la festa dura diversi giorni e coinvolge processioni, balli e canti. La tradizione di lanciare colori è particolarmente intensa in queste città, e i devoti si immergono completamente nell’atmosfera gioiosa.
  • Barsana (Uttar Pradesh). A Barsana, le donne prendono il sopravvento durante la Holi. In un evento chiamato “Lathmar Holi”, le donne colpiscono gli uomini con bastoni di bambù mentre questi cercano di proteggersi. È un modo divertente per ricordare il gioco d’amore tra Krishna e Radha.
  • Anandpur Sahib (Punjab). Qui, Holi è celebrata insieme al festival Sikh di Hola Mohalla. Gli uomini partecipano a dimostrazioni di abilità fisiche, come la lotta e le gare di tiro con l’arco. È un’occasione per celebrare la forza e la coraggio.
  • Shantiniketan (West Bengal). L’Università di Shantiniketan, fondata da Rabindranath Tagore, organizza una celebrazione artistica della Holi chiamata Basanta Utsav. Gli studenti si vestono di abiti colorati, ballano e cantano canzoni di primavera.
  • Jaipur (Rajasthan). A Jaipur, Holi è celebrato con grande entusiasmo. Le strade si riempiono di colori, e le famiglie si scambiano dolci e prelibatezze.

In generale, la Holi è un momento di gioia, musica, danza e colori, in cui le persone si liberano dalle restrizioni quotidiane e si abbandonano alla festa. È un’esperienza unica e coinvolgente che unisce le persone di tutte le età e classi sociali in un’atmosfera di allegria e divertimento. 

Avete voglia di sperimentare anche voi la gioia e i colori della Holi, ma non potete andare in India? C’è un festival ispirato alla festa dei colori anche in Italia

potrebbero interessarti anche…


This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.